Arda Solutions s.r.l. | The Informal Blog

Archive for the ‘tech’ Category

Oracle Vault 11g – Installazione

security_concerns

Eccoci di nuovo qui, come promesso affronteremo in questo articolo il problema ( davvero piccolo ) dell’installazione di questa feature. In questo caso siamo partiti da una istanza in prima installazione. Avviate l’Universal installer e arrivati alla schermata della scelta dell’edizione da installare, a questo punto scegliere “Seleziona opzioni..”  in basso a destra.

(more…)

vsphere 5: Application awareness e vmware HA a livello applicativo

vSphereHighAvailability

Come detto in un precedente articolo vi avevamo promesso che avremmo parlato dell’Application awareness, la nuova API introdotta in vSphere 5 che permette di introdurre un heartbeat fra le application contenute nella macchina virtuale e l’infrastruttura VmWare. Recentemente ci è proprio capitato da un cliente di gestire ed utilizzare questa API. La necessità è quella descritta nell’articolo linkato all’inizio: la possibilità di sfruttare l’HA di VmWare senza dover introdurre un ulteriore strato di clustering molte volte meno gestibile. Nell’articolo verrà spiegato il processo che è attualmente in produzione da più di un cliente, frutto del solito impegno degli specialisti Arda Solutions (more…)

vim tips : alcuni trucchi veloci per veri smanettoni appassionati

the_six_million_dollar_man_image

Per questo venerdì torrido, in Arda Solutions ci siamo presi la libertà di scrivere un articolo più “leggero” parlando un po’ del nostro editor a linea di comando preferito.

Qui in Arda Solutions lavoriamo quotidianamente su infrastrutture Enterprise e, a furor di popolo, l’editor ideale per configurazioni Linux, Applicativi, Oracle etc … è risultato essere vim!

Capita spesso però che non si approfondiscano le sue potenzialità e ci si limiti ad editare poche righe ricordandosi solo del comando :wq

Questo articolo introduce alcuni Tips Interessanti che possono tornare utili in molte situazioni.

(more…)

Sharepoint 2013 : alcune novità ottime altre meno

sharepoint-20131

Da sempre Microsoft ha avuto questa capacità di insediarsi in mercati (per lei) nuovi con prodotti che all’inizio potevano essere addirittura imbarazzanti. Nel giro però di 2 massimo 3 release riesce sempre a ritagliarsi una buona porzione di mercato, superando in molti casi i concorrenti e offrendo caratteristiche e tecnologie incredibili (Notare sql server e l’evoluzioni dal 2000 al 2012)

Il discorso si ripete con l’avvento di Sharepoint 2013 che aveva già fatto parlare molto di se con la versione 2010! Ottimo strumento, posizionamento di prezzo aggressivo (notare EMC Documentum) e caratteristiche nuove che, a volte fanno piangere e a volte fanno felici, ma che danno un segnale chiaro riguardo alla necessità, prima o poi, di eseguire un upgrade!

Ecco quindi che, nella versione 2013, alcune caratteristiche presenti nella versione 2010 vengo bellamente deprecate, altre invece si introducono con quest’ultima versione per rispondere alle nuove necessità di mercato

(more…)

Il perché di un cluster in Guest su infrastruttura virtuale

cluster stars

Nell’attività di tutti i giorni, specialmente in ambienti Enterprise con una policy ben definita riguardo virtualizzazione e strutturazione delle risorse, è difficile trovare cluster di guest sull’infrastruttura virtuale (tipicamente Vsphere).

Il perché è presto detto: gli strumenti (o addons) a corredo dei vari Hypervisor permettono già la gestione dell’HA e in alcuni casi del fault tollerance, ma, a meno di specifiche eccezioni, la necessità alle volte è di monitorare e reagire a fault provenienti dal livello applicativo.

Per questo motivo, alle volte, si preferisce creare, sopra all’infrastruttura virtuale, un cluster con le tecnologie provenienti dal sistema operativo guest.

Esistono però, alternative valide all’utilizzo del clustering guest, che possono far partecipare l’infrastruttura virtuale al failover oppure, in alcuni casi, delegare all’infrastruttura stessa il failover a livello applicativo

(more…)

%d bloggers like this: