Arda Solutions s.r.l. | The Informal Blog

Archive for the ‘attività’ Category

vsphere 5: Application awareness e vmware HA a livello applicativo

vSphereHighAvailability

Come detto in un precedente articolo vi avevamo promesso che avremmo parlato dell’Application awareness, la nuova API introdotta in vSphere 5 che permette di introdurre un heartbeat fra le application contenute nella macchina virtuale e l’infrastruttura VmWare. Recentemente ci è proprio capitato da un cliente di gestire ed utilizzare questa API. La necessità è quella descritta nell’articolo linkato all’inizio: la possibilità di sfruttare l’HA di VmWare senza dover introdurre un ulteriore strato di clustering molte volte meno gestibile. Nell’articolo verrà spiegato il processo che è attualmente in produzione da più di un cliente, frutto del solito impegno degli specialisti Arda Solutions (more…)

DevOps : Proponi la soluzione … e raccoglierai tempesta

Qui in Arda Solutions ci siamo appassionati da tempo alla cultura del DevOps. Grazie alla formazione e approfondimento costante siamo riusciti (insieme a qualche nostro cliente molto intraprendente!) a (cercare) la tendenza all’integrazione fra Sviluppatori (fonte infinita dei mal di pancia degli Operatori IT) e gli operatori IT (fonte infinita dei mal di pancia degli Sviluppatori)

Molti propongono questo o quel prodotto per le migliori capacità di integrazione, piuttosto che la curva di apprendimento oppure le feature in continua evoluzione. Ci sono molti prodotti interessanti (altri molto di più, ma li lascio ad un prossimo articolo) ma tutti partono dallo stesso presupposto:

Una volta definiti i workflow che governano l'interazione fra Devs, Operatori IT e mantenendo alti i livelli di quality sui rilasci che impattano sul prodotto, questa o quella tecnologia vi aiuterà e in 5 minuti (cinque), potrete automatizzare tutto

Bellissimo, fantastico! Peccato che questa frase (volutamente esplicitata fino all’eccesso) nasconda un presupposto di base: definire ciò che governa l’interazione. Molto più semplice a dirsi che a farsi, questa frase presuppone in realtà soltanto la cultura necessaria per approcciarsi ad un nuovo modo di collaborare che, può sembrare difficile all’inizio, ma che in realtà (e lo abbiamo visto) aiuterà molto nell’immediato risolvendo tantissimi problemi apparentemente irrisolvibili.

(more…)

%d bloggers like this: